GreenGuerrilla  

Perchè GreenGuerrilla...

E se dovesse nascere da noi la rivoluzione del verde? una rivoluzione idealmente semplice, ma così complicata nei suoi termini? è davvero così complicato per noi che ogni giorno viviamo le nostre labirintiche metropoli, custodire in esse il cuore verde di cui necessita il nostro primordiale inconscio? è davvero un bisogno dell'inconscio? è davvero così complicato rispondere al nostro naturale bisogno di naturalità, semplicemente avendo rispetto per il verde che ci circonda? dobbiamo davvero portare rispetto al verde che ci circonda? non dovrebbe essere naturale rispettare ciò che per migliaia di anni ci ha permesso di vivere... fino al XX secolo... cosa è cambiato nella nostra ideologia? Serve veramente una risposta a queste domande o sono solamente domande retoriche da farci per poter meglio comprendere per quale motivo dovremmo rispettare il verde (e non solo) delle nostre metropoli?

Chi siamo...

Siamo semplicemente noi... fisicamente un gruppo di studenti del paesaggio a cui sta a cuore la causa del verde, a cui piace pensare che il cuore della propria città sia veramente verde e che il cuore delle persone che la abitano lo sia altrettanto; moralmente non siamo che cittadini di una Roma ricca di una quantità impressionante di spazi pubblici e verdi, ai quali purtroppo non viene data la giusta importanza ed il giusto valore, sia ambientale, che patrimoniale ed estetico.

Cosa gridiamo...

Gridiamo a tutti coloro che amano rilassarsi all'ombra dei pini di Villa Ada, prendere il sole sulle rive del laghetto dell Eur, passeggiare sui vialetti di villa Gordiani o sdraiarsi sui prati di Villa Pamphili; gridiamo a tutti coloro che non hanno il tempo per farsi una corsa tra le cinta di Villa Torlonia, che passano stressati in autobus a Villa Borghese e che non hanno mai passeggiato lungo le rive dell'Aniene; gridiamo a tutti coloro che portano a spasso i pargoli nel giardino pubblico sotto casa o che prendono una scorciatoia passando per il parco di quartiere. Gridiamo a tutti coloro che si svegliano presto la mattina ed hanno il fine settimana libero per rilassarsi, a tutti coloro che vanno alla casa al mare o in campagna il fine settimana, che studiano di giorno e lavorano la sera, che vanno in bici, in motorino, che gettano le carte dal finestrino o che imbrattano con inutili scritte in nero i muri. Noi gridiamo per aiutare a ricordare quanto il verde ci debba star a cuore, quanto valore dà alla nostra città il più piccolo parco a cui ogni giorno non facciamo caso, a quanto valore potrebbe dare se questo fosse un parco progettato con criterio, gusto e tatto, se fosse rispettato e vissuto con rispetto da chi attorno vi abita, gridiamo per ricordare quanto valore potrebbe dare al nostro quartiere un vaso di fiori sul marciapiede sotto casa, e quanto sarebbe importante per la vita cittadina e per la città stessa disporre di spazi pubblici e spazi verdi di qualità ed in quanità, quantità che la NOSTRA Roma ci dona in abbondanza... sta a noi cogliere il SUO grido e dentro di noi sta il motivo primordiale per il quale dovremmo a tutti i costi coglierlo e coltivarlo, come un giardino in cui posare le nostre menti, stressate dal costante ululato delle arterie della nostra città.

PozZz

Dicono di GreenGuerrilla

3° intervento_ Work in progress...

2° intervento_ Venerdì 3 agosto 2007 - Cassino (EQOfestival)

1° intervento_ Giovedì 31 maggio 2007 - Via Regina Elena



iscriviti cancellati

Friends

Chaumont sur Loire

Undergarden

Ibrida Magazine

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

greenguerrilla@gmail.com

Vietato calpestare l'asfalto